CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Varie

L'Avellino batte il Trapani per 2-1: il pubblico trascina i lupi

L'Avellino batte il Trapani per 2-1: il pubblico trascina i lupi

Avellino- Buona la prima per gli uomini di Vullo che hanno battuto nella prima di play off i granata del Trapani, in una sfida in cui i 5000 del Partenio hanno dato la spinta giusta ai Lupi per raggiungere la vittoria finale. Si replica la prossima settimana in Sicilia dove bisognerà riconfermare la prestazione casalinga mettendoci, se possibile, ancora più entusiasmo.

PRIMO TEMPO- Avellino Trapani comincia nel segno del fair play con le due tifoserie che si sono incontrate prima della gare per sancire un bellissimo gemellaggio. L’Avellino parte subito forte portandosi vicina alla rete del vantaggio con Millesi che mette sul palo una punizione a giro. Segue D’Angelo che sbaglia ancora di poco. Se i piedi sono imprecisi De Angelis ci prova di testa, bel colpo che finisce di poco alto. L’italo tedesco Gambino al  5′ ci prova dalla distanza per il Trapani Cascella si oppone e Puleo libera. Perrone ci prova per i granata ma spara sul fondo. Al 10′  Millesi si invola palla al piede verso la porta e calcia a girare, tiro sul fondo e nulla di fatto. 11′ disimpegno errato di Nocerino, Barraco fa partire un gran tiro dalla distanza che finisce sul fondo. 21′ tiro di D’Angelo nell’angolo a volo. Castelli respinge, ma Comini è in fuorigioco. De Angelis si becca il giallo che gli costerà la gara esterna, fa lo stesso Barracco per il Trapani anch’egli vittima dell’arbitro. Al 31′ è Comini a provare il tiro da lontano senza centrare la porta. Arriva al 40′ il vantaggio dell’ Avellino , Comini crossa al centro, Filippi non controlla e Millesi insacca di sinistro in controbalzo. La prima frazione di gioco vede i Lupi in buona forma sostenuti da un pubblico calorosissimo scatenato dopo il goal del n°7 biancoverde.

SECONDO TEMPO – Serve il raddoppio in avvio per stare tranquilli, ci prova dalla distanza D’Angelo che ruba un pallone dai piedi di Barraco, supera metà campo palla al piede e calcia dalla distanza sul fondo.Al 12 l’episodio che non ti aspetti, fallo di D’Angelo su Perrone, dal dischetto Filippi non fa sconti, pari del Trapani. Fuori Comini , dentro Peluso è questa la mossa di Vullo. Svolta al 22′esimo punizione di Milllesi a girare, Castelli si oppone per l’ennesima volta ma Acoglanis, ben appostato segna il 2 a 1 per i padroni di casa. Al 25esimo piccolo brivido con la punizione di Peluso alta sulla traversa. L’avellino vuole il terzo goal e ci prova con una triangolazione  Acoglanis- De Angelis –Millesi senza esito. Bruno al 45esimo mette la palla di poco sul fondo mentre è Gambino nel finale a far tremare i lupi. La curva applaude mentre i beniamini a fine partita vanno a ritirare il meritato applauso, non resta che replicare concludendo a Trapani il buon percorso intrapreso al Partenio. Il risultato c’è ma potrebbe non bastare, in terra sicula ci vorranno lo stesso entusiasmo e voglia di vincere .

Condividi: