CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Sport

Squadra non ammessa al campionato: la Figc condanna l'Avellino

Squadra non ammessa al campionato:  la Figc condanna l'Avellino

Un comunicato dal quale si evince che la tanto attesa  fideiussione di copertura è stata "depositata  dalla società U.S. AVELLINO 1912 S.r.l., oltre il termine perentorio del 16 luglio 2018, ore 19,00" e non nei tempi previsti. Il comunicato è chiaro anche in merito alla prima fideiussione, quella della Onix Asigurari S.A. che ha gettato l’Avellino in questa condizione. L’Agenzia è "sprovvista di proprio rating, come invece richiesto dal Titolo I), paragrafo I), lettera E), punto 12) del Comunicato Ufficiale n. 49 del 24 maggio 2018". Pertanto  l’Avellino non è stato ammesso al prossimo campionato di serie B, unitamente a due società di serie B, Bari e Cesena, e tre di serie C, Reggiana, Andria e Mestre, che non hanno presentato ricorso che non parteciperanno al prossimo campionato.  Sono state invece ammesse, in serie C, 6 società il cui ricorso è stato accolto dalla CO.VI.SO.C.: Lucchese, Triestina, Pistoiese, Matera, Cuneo e Monza”. E' la sintesi del comunicato ufficiale della Figc dal quale si evince che la documentazione integrativa e' stata depositata oltre il termine perentorio.

L'Avellino dovrà ora rivolgersi  al Collegio di garanzia del Coni, l'ultima spiaggia con un ricorso che dovrà essere inoltrato entro il 23 luglio con una sentenza che potrebbe arrivare al massimo entro gli inizi di agosto.

Allo stato quindi, l'Avellino Calcio si trova escluso dal campionato, risulta assente dalla Tim Cup ( Coppa Italia) sorteggiata in serata e aumenta la tensione e la profonda delusione tra i tifosi.

In caso di ulteriore conferma dell'esclusione dal campionato, e' perseguibile la strada del TAR e in ultima analisi il Consiglio di Stato.

Condividi: