CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Tempi Moderni

Dieta Mediterranea - Due appuntamenti a Napoli e Pollica

Dieta Mediterranea - Due appuntamenti a Napoli e Pollica

E’ tutto pronto per la due giorni dedicata alla Dieta Mediterranea. Il 5 maggio appuntamento a Napoli dove si sarà presentato il Libro Bianco. Il 6 maggio sarà Pollica, cittadina del Cilento, ad ospitare le Comunità Emblematiche della Dieta Mediterranea. Un evento reso possibile grazie all’impegno del Dirigente del Mipaaf,  Pasquale Giuditta, Coordinatore del Gruppo Intergovernativo della rete dei Paesi della Dieta Mediterranea. 
“In continuità con le varie iniziative in tema già realizzate lo scorso anno e culminate in occasione di Expo 2015, - ha spiegato l’irpino Pasquale Giuditta, Dirigente Mipaf - il convegno è l’occasione per presentare la prima tappa di tale percorso: un documento che pone le basi per un Libro Bianco sulla Dieta Mediterranea dove si tracci il quadro di riferimento per le azioni da intraprendere. In particolare, il documento preliminare che si presenta oggi intende proporre alcuni spunti di riflessione su cui avviare il dibattito dei soggetti e delle istituzioni interessate, concentrando l’attenzione sul carattere immateriale della dieta mediterranea e sul rapporto tra Dieta Mediterranea e territorio rurale. L’evento si colloca alla chiusura dell’anno di Presidenza italiano del gruppo di Paesi mediterranei coinvolti e al ‘passaggio delle consegne’ alla Presidenza portoghese”.
GIOVEDI’ 5 maggio 2016 CONVENTO SAN DOMENICO MAGGIORE 
Sala del Capitolo, Vicolo San Domenico Maggiore, 18 – Napoli
L’UNESCO, nel 2010, ha iscritto la Dieta Mediterranea nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. Tale atto ha riconosciuto il valore culturale e sociale della Dieta Mediterranea nonché il suo profilo di modello alimentare sostenibile e ha parallelamente richiesto un preciso impegno da parte dei proponenti (Cipro, Croazia, Grecia, Italia, Marocco, Portogallo e Spagna) volto alla messa a punto di specifiche misure per la sua salvaguardia. Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha pertanto avviato un percorso per definire una strategia finalizzata allo sviluppo e alla valorizzazione della Dieta Mediterranea da condividere con le Istituzioni degli altri Paesi coinvolti nel dossier UNESCO. La giornata è articolata in una sessione in cui si illustrano percorso e contenuti del Libro Bianco e, dopo una presentazione con degustazione a cura delle Associazioni Pizzaiuoli Napoletani, in una tavola rotonda tra soggetti istituzionali.
PROGRAMMA 5 maggio CONVENTO SAN DOMENICO MAGGIORE - Sala del Capitolo, Vicolo San Domenico Maggiore, 18 – Napoli
Ore 11.00 Presentazione del Libro Bianco della Dieta Mediterranea UNESCO
Saluti: Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli
Rosa D’Amelio, Presidente del Consiglio regionale della Campania
Introduzione: Emilio Gatto, Direttore generale per la promozione della qualità agroalimentare e dell’ippica, MiPAAF
Interventi: Pasquale Giuditta, Dirigente MiPAAF e Coordinatore Gruppo intergovernativo delle Rete dei Paesi della Dieta Mediterranea, Carla Abitabile, Ricercatore CREA - Centro politiche e bioeconomia Elisabetta Moro, Professore di Antropologia Culturale, Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli
I rappresentanti dei 7 Paesi della Rete della Dieta Mediterranea dell’Unesco e delle Comunità Emblematiche
Francesco Caruso, Consigliere del Presidente della Regione Campania (Rapporti internazionali e Unesco)
Ore 14.00 DEGUSTAZIONE – Chiostro del Convento
Le associazioni dei pizzaiuoli napoletani e “L’arte dei pizzaiuoli napoletani candidata all’Unesco come patrimonio culturale immateriale
dell’Umanità”
16.00 –18.00 Tavola rotonda “Dieta Mediterranea tra salvaguardia e valorizzazione: quali prospettive?”
Coordina Luciano Pignataro, Giornalista
Intervengono: Salvatore Parlato, Commissario straordinario CREA
Marino Niola, Direttore del MedEatResearch (Centro di Ricerche Sociali sulla Dieta Mediterranea), Univ. Suor Orsola Benincasa di Napoli
Pier Luigi Petrillo, Ordinario Università di Roma Unitelma Sapienza e Consigliere del Ministro delle Politiche agricole, alimentari e
forestali per l’UNESCO
Amedeo Lepore, Assessore Regione Campania (Attività produttive)
Roberto Moncalvo, Presidente Coldiretti
Sabrina Capozzolo, Deputata al Parlamento italiano
Francesco Alfieri, Consigliere del Presidente della Regione Campania (Agricoltura e pesca)
Luca Bianchi, Capo Dipartimento delle politiche competitive, della qualità agroalimentare, ippiche e della pesca, MiPAAF
VENERDì 6 maggio 2016 - inizio ore 11.00
POLLICA (SA), PALAZZO PRINCIPI CAPANO Centro studi “ANGELO VASSALLO”
Le Comunità emblematiche della rete della Dieta Mediterranea: esperienze a confronto
Nell’ambito dell’iscrizione della Dieta Mediterranea nella Lista rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità dell’UNESCO, sono stati individuati, quali luoghi rappresentativi dell’elemento, le Comunità emblematiche, che svolgono un ruolo essenziale ai fini della sua salvaguardia e valorizzazione. A conclusione dell’anno di presidenza italiana della rete dei sette Paesi mediterranei coinvolti nel dossier UNESCO, le Comunità emblematiche di Agros (Cipro), Brac e Hvar (Croazia), Chefchaouen (Marocco), Koroni (Grecia), Pollica-Cilento (Italia), Soria (Spagna), Tavira (Portogallo) si incontrano a Pollica per un confronto sul modello di governance da adottare per un’attuazione efficace delle misure di salvaguardia e valorizzazione della Dieta Mediterranea. A chiusura dell’incontro, seguirà una degustazione di prodotti locali e alle ore 16.00 i convenuti assisteranno all’inaugurazione di una statua dedicata ad Ancel Keys in località Pioppi.
PROGRAMMA 6 MAGGIO 2016 Palazzo Principi Capano sede del Centro studi “Angelo Vassallo”
ORE 11.00 – Arrivo a Pollica presso il Palazzo Principi Capano sede del Centro studi “Angelo Vassallo”
Saluti istituzionali
Introduce
DR. Pasquale Giuditta, Dirigente Mipaaf, Coordinatore Gruppo Intergovernativo della rete dei Paesi della Dieta Mediterranea – ITALIA
“L’implementazione di un modello di governance sulla Dieta Mediterranea, guidato dalle Comunità emblematiche attraverso la Carta dei Valori”
Intervengono:
Stefano Pisani, Sindaco di Pollica, Comunità emblematica di Pollica-Cilento – ITALIA
Tommaso Pellegrino, Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Comunità emblematica di Pollica-Cilento – ITALIA
Niki Kafkalia, Comunità emblematica di Agros – CIPRO
Silvija Pavičić, Comunità emblematica di Stari Grad – Hvar – CROAZIA
Vicky Inglezou, Direttore della Fondazione Maniatakeion, Comunità emblematica di Koroni – GRECIA
Dalila El Harras, Direttore della Agenzia di Sviluppo Municipale, Comunità emblematica di Chefchaouen – MAROCCO
Jorge Botelho, Municipalità di Tavira, Comunità emblematica di Tavira – PORTOGALLO
Juan Manuel Ruiz Liso, Comunità emblematica di Soria – SPAGNA
Concludono:
Emilio Gatto, Direttore Generale per la promozione della qualità agroalimentare e dell’ippica, Mipaa f
Franco Alfieri, Consigliere Delegato all’Agricoltura, Regione Campania
ORE 13.30 – Palazzo Principi Capano Centro studi “Angelo Vassallo”
Colazione con degustazione delle ricette della Dieta Mediterranea
ORE 16.00 – Località Pioppi di Pollica, Palazzo Vinciprova
“Inaugurazione della statua dedicata ad Ancel Keys presso il Museo della Dieta Mediterranea”
Illustre fisiologo Americano che nel 1954 per la prima volta descrisse “La dieta mediterranea”
Sottoscrizione del Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale GECT Dieta Med

Condividi: