CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Tempi Moderni

Scuola: da oggi le domande per la mobilità straordinaria

Scuola: da oggi le domande per la mobilità straordinaria

Parte oggi la mobilità straordinaria prevista dalla legge 107 della “Buona Scuola” che permetterà a migliaia di docenti di fare domanda per ritornare nella città di origine.
L’accordo firmato tra il Ministero dell’Istruzione e i sindacati prevede che gli assunti entro il 2014/2015 possano fare domanda tra scuole all’interno della provincia o tra ambiti territoriali. 
Coloro che potranno usufruire del trasferimento potrebbero ammontare a circa 250mila unità, compresi migliaia di insegnanti del Sud in cattedra nelle scuole del Nord e il personale Ata.
Dopo lo blocco dell’anno scorso, da domani partiranno le operazioni per il trasferimento degli insegnanti all’interno delle singole province che potrebbero andare avanti fino al 25 aprile. Poi dal 26 aprile al 16 maggio toccherà al personale educativo, Ata e ai docenti di religione.
Solo dal 9 al 30 maggio si entrerà nella mobilitazione straordinaria vera e propria.
Ricapitolando:
- Domanda di mobilità provinciale Fase A: quali docenti rientrano:
Tale step di mobilità è indicato come "fase A" e, come previsto dall'articolo 5 dell'accordo, riguarderà anche i docenti che sono stati assunti nelle fasi "0" e "A" del Piano straordinario delle assunzioni previsto dal Governo Renzi con la Buona scuola, gli insegnanti di sostegno delle scuole superiori (titolari sulla Dos), gli esuberi, i soprannumerari e gli insegnanti con diritto al rientro entro gli otto anni. Gli assunti nelle fasi "0" e "A" nell'anno scolastico 2015-2016 diventeranno titolari di sede in una scuola appartenente all'ambito della provincia nella quale hanno ottenuto la sede provvisoria per l'anno scolastico in corso. 
- Domanda di trasferimento interprovinciale e di ruolo delle fasi B1 e B2:
Tutte le altre domande di mobilità rientreranno nella fase B dei trasferimenti e potranno essere presentate dal 9 al 30 maggio 2016. Nel dettaglio, le fasi B1 e B2 sono riservate ai trasferimenti interprovinciali e i passaggi di ruolo dei docenti assunti entro l'anno scolastico 2014-2015. Nella domanda andranno indicati gli ambiti di preferenza: in caso di esito positivo della domanda, otterranno il primo ambito richiesto (dipenderà dalla posizione nella graduatoriao ) e diverranno titolari di sede scolastica secondo l'ordine di preferenza indicato all'interno dell'ambito. Diversamente otterranno la titolarità sull'ambito e non sulla scuola. 
- Mobilità neoassunti fasi B e C da graduatorie esaurimento e merito:
Gli stessi termini di scadenza delle fasi B1 e B2 vigeranno per i docenti che sono stati assunti nelle fasi B e C del Piano assunzionale della Buona scuola. Più dettagliatamente potranno presentare domanda di trasferimento provinciale gli insegnanti neoimmessi in ruolo nelle fasi B e C del Piano assunzionale provenienti dalle graduatorie di merito del concorso del 2012: nella domanda è opportuno indicare l'ordine degli ambiti di preferenza all'interno della provincia, con titolarità sull'ambito stesso. Potranno, inoltre, presentare domanda di mobilitàterritoriale e l'assegnazione avverrà per ambito. 
- Trasferimenti interprovinciali neoassunti fasi B e C:
La fase C della mobilità riguarderà i trasferimenti interprovinciali dei neoassunti dalle fasi B e C del Piano assunzionale provenienti dalle graduatorie ad esaurimento. La sede definitiva e la titolarità saranno assegnate in uno degli ambiti di tutto il territorio italiano. Infine, la fase D della mobilità riguarderà sia i trasferimenti interprovinciali dei neoimmessi in ruolo delle fasi 0 e A, provenienti da concorso e dalle graduatorie ad esaurimento, che gli assunti delle fasi B e C da concorso. In questa fase potranno inoltrare domanda anche per una provincia diversa e l'assegnazione della titolarità avverrà su ambito.
La domanda dovrà essere presentata nella sezione "Istanze on line" del sito dell'Istruzione utilizzando gli appositi modelli scaricabili dal portale. La scadenza è fissata per venerdì 22 aprile.

Condividi: