CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Vetrina

I 5Stelle dopo la vittoria: "Guardiamo al futuro, iniziando da Avellino "

I 5Stelle dopo la vittoria:

«Non siamo chi ha chiuso le porte in faccia a De Mita e Mastella, ma siamo quella forza capace di guardare al futuro. E’ venuto il momento di mettere insieme tutte quelle persone dotate di buon senso e umiltà che hanno intenzione di costruire un nuovo futuro». Carlo Sibilia così apre la conferenza stampa del Movimento 5 Stelle, tenutasi presso la sala lilla dell’hotel De la Ville di Avellino.

«La prossima sfida – commenta il neo riconfermato deputato – sarà quella di rispondere ai problemi delle persone. C’è chi fino a ora ha diffuso solo slogan e paroloni. Dall’Alta Irpinia al capoluogo, in particolare l'obiettivo di una presenza vincente per le prossime amministrative di Avellino, intendiamo rispondere al malessere avvertito dai cittadini con soluzioni concrete. La vera vittoria del Movimento è stata la capacità di riuscire a percepire un nuovo modo di intendere la cosa pubblica. Il Movimento, adesso, mette da parte ogni polemica e si prepara a governare, partendo dalla proposta».

Il rappresentante dei pentastellati, in una sala gremita di giornalisti e simpatizzanti già rivolge uno sguardo alle prossime amministrative. «Questa competizione si è chiusa. Siamo pronti ad affrontare un altro step. Nei giorni che verranno, non ci rivolgeremo solo agli attivisti di sempre o a chi ci ha preferito alla vecchia politica, ma a tutte quelle persone oneste della società civile che vogliono dare un contributo».

Il vero “matador”  della tornata, però, è certamente Gigi Maraia, vincitore della sfida nel collegio uninominale racchiudente l’Alta Irpinia e Ariano. Il figlio di Giovanni, noto attivista del Tricolle, nel momento del ringraziamento agli elettori, ricorda il padre, suo maestro di vita: «Voglio dedicare la vittoria a chi mi ha insegnato a dare voce ai deboli, a chi è stato sempre in trincea, a chi è stato dalla parte degli operai dell’ex Isochimica. Adesso come prima azione farò di tutto per riportare il processo in città. Abbiamo vinto perché abbiamo risposto a una richiesta di aiuto».

Michele Gubitosa, poi, supera le polemiche che lo hanno visto coinvolto negli ultimi 20 giorni di rally tour. «La campagna elettorale è finita. Non ho nulla contro D'Agostino e Foglia . Abbiamo soltanto visioni differenti della cosa pubblica. Il futuro parte dalla capacità di mettere insieme le idee. Per tale ragione, ascolterò anche chi mi ha denunciato».

Ugo Grassi , neo senatore, invece, indica la proposta del Movimento 5 Stelle per quanto riguarda sviluppo e formazione. «Ripartiamo dalla ricerca, dalle eccellenze del territorio e da quel capitale umano che merita di essere valorizzato. In Parlamento, ci batteremo per i giovani che devono essere indirizzati, per chi si distingue per merito e non per essere raccomandato dal politicante di turno».

Maria Pallini, unica deputata rosa del Movimento ribadisce il proprio impegno sui grandi temi economici. «La vera sfida sarà aiutare le Pmi a essere competitive nel mondo e dare voce a quegli industriali troppo spesso inascoltati. Non esisteranno più grandi e piccoli».

Il neonato gruppo 5 Stelle, formato da ben 5 parlamentari, dato storico che non si registrava dai tempi della vecchia balena bianca, pertanto, si candida a governare non per pochi, ma per una comunità, che è stanca di chi utilizza tale termine solo per i propri scopi. La compagine, quindi, si propone casa di chi con umiltà, responsabilità e felicità intende lavorare per un futuro diverso. redazione @ tusinatinitaly.it

  • I 5Stelle dopo la vittoria:
  • I 5Stelle dopo la vittoria:
  • I 5Stelle dopo la vittoria:
  • I 5Stelle dopo la vittoria:
  • I 5Stelle dopo la vittoria:
  • I 5Stelle dopo la vittoria:
Condividi: