CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Vetrina

Sprint finale: De Mita "ritorna " in Alta Irpinia, D'Agostino ad Avellino, Famiglietti al Senato

Sprint finale: De Mita

Il caos candidature va avanti e nel Pd la situazione non sembra del tutto risolta, nonostante la riunione della direzione nazionale di ieri notte a Roma, ma almeno una linea generale è stata impostata.
Una confusione quella in casa Pd che ha riguardato un po' tutta la Campania, ma qualche piccola certezza i candidati avellinesi sono riusciti a portarla a casa. Come annunciato nei giorni scorsi,  sono stati confermati i nomi di Umberto Del Basso De Caro per il collegio plurinominale alla Camera "Campania 2 Benevento/Avellino" (con lui in lista anche Assunta Tartaglione) e quello di Luigi Famiglietti per il plurinominale al Senato "Caserta/Benevento/Avellino". Al plurinominale "Benevento/Avellino" alla Camera è stato inserito a sorpresa al numero quattro il nome di Valentina Paris che nei giorni scorsi sembrava indirizzata verso il collegio di un'altra provincia campana.
Importante risultato anche per Angelica Saggese di San Gregorio Magno, che ha conquistato la candidatura nel collegio plurinominale al Senato- Campania 3 dietro Gianni Pittella.
Nei collegi uninominali la situazione si è presentata più difficile in Irpinia soprattutto per la querelle fra l'alleato centrista Giuseppe De Mita e la presidente del consiglio regionale Rosetta D'Amelio. La loro collocazione non è stata per nulla facile, ma rispetto alle decisioni prese questa notte, le novità più importanti sono arrivate intorno all'ora di pranzo.
I vertici nazionali avrebbero deciso di dirottare Famiglietti dal Senato al collegio "Ariano/Alta Irpinia" alla Camera che inizialmente era stato affidato proprio alla D'Amelio. Alla presidente del Consiglio Regionale Roma avrebbe chiesto di sacrificarsi lasciando la Camera a Famiglietti e dirigersi verso il collegio "Irpinia/Sannio/Caserta" del Senato, posto inizialmente dato a Giuseppe De Mita.
La situazione, dunque, si è ribaltata: Famiglietti potrebbe correre in solitaria per la Camera, la D'Amelio correrebbe per il Senato, mentre a De Mita sarebbe affidato il collegio "Avellino-Bassa Irpinia" alla Camera.
Una decisione che escluderebbe di fatto dalla partita elettorale l'alleato Angelo D'Agostino e l'ex senatore Enzo De Luca.
Nelle prossime ore saranno sciolte tutte le riserve e si potrà avere un quadro più chiaro della situazione.
Partita ancora tutta da giocare anche nel centrodestra. Nel caos generale, l'unica certezza è la candidatura di Pietro Foglia nel collegio uninominale "Avellino-Bassa Irpinia" alla Camera dei Deputati. Per quanto riguarda il nome di Nunzia De Girolamo, sembrerebbe in pole per il posto di capolista per la Camera e forse potrebbe rientrare anche nel collegio "Ariano-Alta Irpinia" per il quale nei giorni scorsi era stato fatto il nome di Rossella Gargano, ma quest'ultima sembrerebbe intenzionata ad uscire dalla partita elettorale.
Per il  listino proporzionale alla Camera e il collegio per il Senato la partita si gioca tra Puopolo, Lo Conte, Cusano, Giaquinto e Di Cecilia; ma non si esclude l’ipotesi di una donna al collegio senatoriale che aprirebbe ad una candidatura maschile nel collegio camerale Ariano - Alta Irpinia.
Il nodo è ancora da sciogliere, come anche quello della posizione di Cosimo Sibilia il cui nome sembrava ormai blindato, ma negli ultimi giorni è stato rimesso in discussione. La nuova ipotesi, ancora non definitiva, sarebbe  una candidatura come capolista al Senato in un altro collegio, e la contestuale presenza in Irpinia nell’uninominale al Senato, in accoppiata con la candidata femminile Sandra Lonardo Mastella capolista al proporzionale.
Incerto anche il nome di Dino Preziosi nel collegio uninominale al Senato; mentre "Fratelli d'Italia" ha ottenuto Massimiliano Carullo come capolista alla Camera e un posto anche per Ettore Zecchino sempre alla Camera. Per il resto bisognerà ancora discutere.
Più decisi sul da farsi in Irpinia e Sannio "Liberi e Uguali", che ieri ha raggiunto la quadra sulle candidature con gli alleati Articolo Uno, Sinistra italiana e Possibile.
Capolista per il collegio proporzionale alla Camera sarà Giancarlo Giordano di Si, che avrà  in lista rappresentanti sanniti. 
Annamaria Pascale di Mdp, invece, ha conquistato il collegio uninominale di Avellino, mentre per l'Alta Irpinia il candidato sarà il giornalista Rai Antonio Caggiano.
Per l'uninominale al Senato blindato Alfredo Cucciniello, mentre nel listino bloccato ci saranno Ida Iasi e Antonio Mongillo.
Al consigliere regionale Francesco Todisco di Mdp era stata proposta la candidatura alla Camera per l'Alta Irpinia, ma l'offerta è stata declinata.
Per quanto riguarda, infine, il Movimento 5 Stelle restano alcune certezze. Per il listino della Camera dei Deputati, così come annunciato nei giorni scorsi ci saranno: Carlo Sibilia capolista, dietro di lui Maria Pallini, il sannita Pasquale Maglione e in quarta posizione Mirella De Benedictis
Al Senato, invece, al primo posto ci sarà Vilma Moronese, dietro di lei Angelo Santillo, Sabrina Ricciardi e Fabio Di Micco. 
Per i collegi uninominali si punterà su Michele Gubitosa (Avellino-Bassa Irpinia) e per l'Alta Irpinia si potrebbe schierare Carlo Sibilia.
IN AGGIORNAMENTO ore 20.10
Alla fine, il puzzle inizia a delinearsi nei suoi contorni: Giuseppe De Mita candidato nel collegio Ariano Irpino  alla Camera, Angelo D'Agostino candidato nel collegio Avellino alla Camera, Luigi Famiglietti al plurinominale Senato al collegio Ariano in terza posizione e nell'uninominale al Senato collegio Irpinia - Sannio. La D'Amelio allo stato attuale  risulterebbe fuori.

IN AGGIORNAMENTO

Condividi: